29/10/2007

ah... l'educazione...

Una cosa che trovo "strana" (?) è la mancata applicazione delle più basilari regole della "netiquette" anche da parte dei cosiddetti "Geek", o comunque anche da parte di parecchi professionisti del settore...

La netiquette è materia assai vasta, ma oggi mi soffermo semplicemente sulle poche regole a riguardo della corretta gestione dei messaggi di posta elettronica...

Intanto occorre dire che la parola netiquette deriva dalla contrazione del vocabolo inglese net (rete) e quello di lingua francese étiquette (buona educazione), è un insieme di regole che disciplinano il comportamento di un utente di Internet nel rapportarsi agli altri utenti attraverso risorse quali newsgroup, mailing list, forum o e-mail in genere, (thanks Wiki) e che raccoglie un insieme di regole di "buona educazione" nate soprattutto per risparmiare spazio sui dischi dei servere e per permettere una comunicazione semplice e leggibile.

Il post si lega con Notes anche perchè la piattaforma (almeno sotto alcuni aspetti) "scoraggia" la Netiquette... ma vediamo nel dettaglio...

I DIECI COMANDAMENTI DELL'E-MAIL

* Includerai sempre l’argomento del messaggio in modo chiaro e specifico.

direi... chiaro ed inoppugnabile... Notes consente l'invio di mail senza "subject" (e non avverte nemmeno)

* Citerai il testo a cui rispondi il più brevemente possibile.

e qui Notes può fare ben poco; la netiquette ci dice di non riportare integralmente tutto il testo originale, ma solo le parti importanti per capire il senso del messaggio.
In questo punto, più o meno IMPLICITAMENTE si suggerisce di commentare SOTTO al messaggio originale, in modo da avere una migliore leggibilità del messaggio.
Notes anche in questo caso non aiuta, in quanto nel "reply" standard si posiziona SOPRA al testo del messaggio originale, contravvenendo così alla netiquette; per rispondere secondo le norme della "buona educazione" occorre usare l'opzione "Reply with Internet-Style story" e commentare sotto il testo originale, evidenziato dai simboli ">".

* Se ti viene chiesta la ricevuta di ritorno dal mittente, non bloccarne l'invio.
* Leggerai il tuo messaggio almeno tre volte prima di inviarlo.
* Rifletterai bene su come il destinatario possa reagire al tuo messaggio.
* Controllerai l’ortografia e la grammatica del tuo messaggio.
* Non maledirai, insulterai, invierai spam o SCRIVERAI A LETTERE MAIUSCOLE. (per convenzione equivale ad urlare)
* Non diffonderai alcun messaggio a catena.
* Non userai l’E-Mail per alcun proposito illegale o non etico.
* Non invierai messaggi privati dal luogo di lavoro (possono essere letti da altri).
* Se sei in dubbio se mandare o non mandare un certo messaggio, "dormici sopra" e rileggilo il mattino dopo.

Tutte queste sono, invece, regole di buon gusto, che solo un utente educato può applicare...

Aggiungerei... alla fine del messaggio NON inserire una firma troppo lunga, e comunque non inserire mai una firma più lunga del testo del messaggio stesso.

Per chi volesse approfondire l'argomento:

* L'università di Padova sulla Netiquette

Per chi desiderasse approfondire i punti qui trattati, il documento di riferimento è RFC1855 "Netiquette Guidelines", ed anche RFC2635 "A Set of Guidelines for Mass Unsolicited Mailings and Postings" disponibili sulla rete presso:

* RFC 1855 (traduzione in italiano)
* RFC 2635

3 comments:

Cristian D'Aloisio said...

Era ora che qualcuno ricordasse le regole di base dello "scrivere bene"... basta messaggi senza oggetto!

E poi mi piace immaginarti nella parte di Mosè... ;-)

Sulla ricevuta di ritorno non sono molto d'accordo, soprattutto con persone extra-aziendali... Outlook permette di scegliere cosa fare della ricevuta, come anche il modello di posta di openNTF mailExperience...

Piter said...

La ricevuta di ritorno :
problema di concetto.
Mi è capitato che alcuni utenti utilizzino l'opzione di "Ricevuta di Ritorno" per avere conferma della avvenuta "lettura" del proprio messaggio.
In realtà, spiego a loro, che quest'opzione consente di avere conferma della "apertura" del messaggio ma non di una effettiva lettura e comprensione dello stesso.
Ad esempio il messaggio può essere aperto , mandando così la ricevuta di ritorno, ma si può uscire subito per errore premendo invio per esempio (passando così al successivo) o perchè intuendone il lungo contenuto preferisco rileggerlo dopo oppure ancora perchè dopo averlo aperto mi si pianta il pc ecc...

La e-mail è dunque uno strumento che consente di inviare e ricevere messaggi con l'ausilio di varie opzioni.
Penso però che, come tutti gli strumenti, occorre conoscerne le regole di utilizzo ed il funzionamento per poterne fare un ottimo uso.

Cosa ne pensate ? Troppo possiblista ?

W la "netiquette" !!

0disse0 said...

anche evolution e google mail e mi pare persino thunderbird, di default usano queste regole della risposta in cima... onestamente con evolutione google mail non sono riuscito a trovare una soluzione. Probabilmente mi conviene tornare al mio amatissimo KMail di KDE... eccellente sotto questo punto di vista (e per molti altri aspetti).